strage di orlando

Nota ufficiale
di Pasquale Varriale
Agenti FBI intervenuti in Florida per la strage avvenuta nel locale Pulse

Agenti FBI intervenuti in Florida per la strage avvenuta nel locale Pulse

strage di orlando

Strage di Orlando: comunità transgender vittime di terrorismo in un locale latino americano della Florida

Uccise più di 50 persone ed altrettanti feriti in un locale americano della Florida, uomo pesantemente armato compie un massacro in un locale frequentato dalla comunità LGBT spinto da omofobia ed ammirazione al Califfato

Pasquale Varriale @VarrialeLino - 169 letture

È ufficiale! L'uomo che ha commesso questa strage oltre ad essere violento ed intollerante, in particolare verso la comunità LGBT, era un seguace dei princìpi del Califfato ed in passato era stato indagato per legami a cellule terroristiche ma le indagini non portarono ad un suo convolgimento in attività legate al terrorismo o all'ISIS. Omar Mateen, 29 anni, americano, di origine afgano, è il killer che ha commesso questo massacro, successivamente morto nel tentativo di fermarlo, era nelle liste dell'FBI come semplice simpatizzante ISIS ed ha agito duramente verso la comunità civile per riportare l'idea del terrore nei luoghi pubblici. Non dovrebbero esserci dubbi, azioni del genere dimostrano quanto il terrorismo fa dell'imprevedibilità il proprio punto di forza, oramai non c'è bisogno di essere affiliati ad una organizzazione per commettere azioni criminali in nome del Califfato, attentati possono essere rivendicati se gli obiettivi coinvolti sono inclini alla realizzazione di un sistema sociale non conforme alla ideologia dello stesso Califfato. Una questione politica, che si nasconde dietro un princìpio religioso, un modo per esprimere disprezzo ed avversione ai quei dettami occidentali che diffondo il modello di comunità tollerante e che rispetta i diritti umani senza alcuna discriminazione. L'intelligence deve operare al meglio per evitare che possano verificarsi episodi del genere, e non solo in America il rischio è ínsito in tutti i paesi NATO o filo-americani, una tragedia nella tragedia che mette in forte contrapposizione alcuni politici come Donald Trump, che attacca il presidente Obama, proprio lui che preferirebbe una commercializzazione di armi ancor meno rigorosa, figuriamoci! In conclusione oltre ad esprimere cordoglio alle famiglie delle vittime vorrei che si facesse un miglior uso delle forze in contrasto al terrorismo anche in virtù dell'allarme relativo al rientro dei forest fighter, che non dovrebbe essere sottovalutato. L'episodio accaduto al Pulse deve mettere in guardia tutti i Paesi nei quali si auspicano riforme legislative che riguardano l'integrazione di coppie dello stesso genere.


©RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 13 Giugno 2016

6